Chemicals

Ashland vende Ashland Water Technologies e cambia nome in Solenis

La transazione è del valore di circa 1,8 miliardi dollari e dovrebbe chiudersi entro il 30 settembre 2014.

Ashland  ha firmato un accordo definitivo per la vendita di Ashland Water Technologies a un fondo gestito da Clayton, Dubilier & Rice, società di investimento privata con una strategia che mira a produrre ritorni finanziari attraverso l’individuazione dei business più forti e redditizi. Fin dalle origini, nel 1978, CD & R ha gestito l’investimento di oltre 19 miliardi dollari in 59 aziende con un valore di transazione complessivo di più di 90 miliardi di dollari. La transazione è del valore di circa 1,8 miliardi dollari e dovrebbe chiudersi entro la fine dell’anno fiscale di Ashland, il 30 settembre 2014, con le relative approvazioni normative. La società si aspetta proventi netti derivanti dalla vendita per un totale di circa 1,4 miliardi dollari, che in primo luogo saranno utilizzati per restituire il capitale agli azionisti sotto forma di riacquisto di azioni. In linea con questo intento, il board di amministrazione ha autorizzato immediatamente un programma di riacquisto comune di azioni di 1,35 miliardi dollari comune di riacquisto di azioni. Il nuovo programma di riacquisto scadrà 31 dicembre 2015.

Con un fatturato annuo di 1,7 miliardi dollari e circa 3mila dipendenti nel mondo, Water Technologies è un fornitore di prodotti chimici e servizi speciali ai mercati della carta. Durante lo scorso anno, l’unità commerciale ha riportato significativi miglioramenti nella propria attività e nei risultati finanziari come conseguenza di un piano per semplificare l’organizzazione e concentrarsi sulle opportunità di crescita chiave, e fornire un servizio migliore e di valore ai clienti. Il risultato è stato una crescita dei profitti costante e un buon miglioramento dei margini. «Grazie al duro lavoro e l’impegno di tutta la squadra» ha dichiarato James J. O ‘Brien, presidente e chief executive officer di Ashland,Water Technologies ha mostrato un enorme miglioramento rispetto allo scorso anno e credo che sia ben posizionata per proseguire su questa strada sotto la proprietà di Clayton, Dubilier & Rice. Questa dismissione ci permette di concentrarci sul nostro core business Specialty Chemicals e accelerare il ritorno di capitale agli azionisti, mentre Water Technologies dovrebbe avere l’opportunità di investire in una continua crescita sotto una nuova proprietà».

«Siamo entusiasti di collaborare con il team di gestione AWT e siamo ansiosi di lavorare con loro per portare avanti l’attività al suo prossimo livello di crescita redditizia» ha dichiarato David H. Wasserman, partner CD & R

«Ashland Water Technologies presenta molte caratteristiche interessanti, tra cui una forte posizione competitiva che riflette la sua scala globale e un profondo insieme di capacità di servizio e di leadership nell’innovazione», ha aggiunto George K. Jaquette, partner di CD & R. Citi agisce in qualità di advisor finanziario, e Cravath, Swaine & Moore LLP e Squire Sanders agiscono come consulenti legali per Ashland.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here