Tissue News: Miac Tissue Business Point, stand 13

Gruppo AB: le potenzialità della cogenerazione

L’impianto Ecomax 27 di AB Energy, installato presso le Cartiere Saci.

Le industrie che producono carta sono fra le più energivore sia per quanto riguarda l’elettricità sia per la componente termica: ecco perché la cogenerazione è una scelta impiantistica ideale in quanto permette di ridurre costi e CO2 immessa in atmosfera.

Una dimostrazione significativa viene dalle Cartiere Saci di Verona, azienda che produce carta riciclata. Nel momento di inserire un nuovo impianto di cogenerazione nel proprio processo produttivo, Saci ha scelto, dopo una meticolosa analisi di mercato, un impianto Ecomax 27 di AB Energy. Una decisione scaturita dai tre fattori: gli impianti AB rispondono esattamente alle specifiche necessità del cliente, gli elevati rendimenti che permettono di velocizzare l’ammortamento dell’impianto e la disponibilità di un service dedicato.

L’arrivo di Ecomax 27 è un’evoluzione strategica nel processo Saci, considerando che il vapore, ma soprattutto l’acqua calda, servono per amalgamare meglio le fibre di carta riciclata: un vero e proprio preriscaldo dell’acqua indispensabile tanto per razionalizzare i flussi produttivi, tanto per coadiuvare il risultato qualitativo.

Proprio le esperienze di cogenerazione «evoluta» nel settore delle cartiere dimostrano come essa sia la scelta ideale per risparmiare sui costi e quindi sviluppare competitività, nel rispetto dell’ambiente. La cogenerazione rappresenta quindi una scelta vincente da ogni punto di vista.

 

L’impianto Ecomax 27 di AB Energy, installato presso le Cartiere Saci.
L’impianto Ecomax 27 di AB Energy, installato presso le Cartiere Saci.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here