Raccolta e riciclo della carta

Il rinnovo dell’Accordo Quadro Anci–Comieco: regolare la disciplina dei rifiuti da imballaggio proveniente da raccolta differenziata

Maggiori corrispettivi ai Comuni con un aumento complessivo delle risorse economiche pari all’11%; nuovo sistema di analisi e verifiche a garanzia del miglioramento della qualità del materiale cellulosico raccolto; supporto economico e organizzativo ai Comuni con performance di raccolta sotto la media nazionale e sostegno alle attività di comunicazione locali. Queste alcune delle evidenze principali dell’Allegato Tecnico relativo alla carta nell’ambito dell’Accordo Quadro Anci–Comieco, che si pone l’obiettivo di regolare la disciplina dei rifiuti da imballaggio di origine cellulosica proveniente da raccolta differenziata.

La raccolta differenziata di carta e cartone in Italia è passata da 1 milione di tonnellate nel 2000 a circa 3 milioni di tonnellate nel 2012, una crescita che fa del nostro Paese un esportatore netto di carta da macero. Dal 1998 al 2012, il materiale gestito da Comieco è passato 485 mila tonnellate a 1,6 milioni, con un percentuale di riciclo salita negli anni dal 37% fino all’84%. Nei 14 anni di attività, per l’avvio a riciclo di poco meno di 12 milioni di tonnellate di imballaggi, il Consorzio ha trasferito alle amministrazioni e ai gestori oltre 960 milioni di euro. A livello globale, se si considera anche l’impegno dei riciclatori, nel 2012 è stata superata la soglia simbolica del miliardo di euro.

Il trend positivo della raccolta di carta e cartone evidenziato da questi dati, la posizione di Comieco quale primo contributore in termini di quantità raccolte e avviate a riciclo nel panorama dei Consorzi di filiera e le caratteristiche del nuovo Allegato Tecnico Carta, sono gli ingredienti di qualità che consentiranno al nuovo accordo Anci-Comieco, in vigore per i prossimi cinque anni, di migliorare ulteriormente la raccolta differenziata di carta e cartone in Italia (solo nel Meridione sono stimate circa 500 mila tonnellate di materiale non ancora intercettato).

Siglato all’interno dell’Accordo Quadro Anci-Conai, il rinnovo dell’Allegato Tecnico fino al 31 marzo 2019 accompagna i Comuni verso l’obiettivo europeo del 2020, ossia il raggiungimento del tasso del 50% di riciclo dei rifiuti urbani di carta e cartone. Oltre a definire i nuovi corrispettivi riconosciuti ai convenzionati e il nuovo sistema di analisi e verifiche della raccolta, l’Allegato Tecnico garantisce il ritiro su tutto il territorio secondo un approccio di sussidiarietà rispetto al mercato, con finestre di adesione annuali per i Comuni o loro delegati. Inoltre disciplina la definizione della rete delle piattaforme di consegna e lavorazione sul principio di prossimità del conferimento, in un contesto che premia l’efficienza e garantisce la qualità a valle della raccolta.

Con l’applicazione dei nuovi corrispettivi, a parità di quantità raccolte, il nuovo accordo vale 10milioni di euro in più. Il corrispettivo minimo per la raccolta delle famiglie (raccolta congiunta) passa da 27,68 a 39,72 euro/tonnellata e, nell’arco dei cinque anni di durata dell’accordo, è previsto un ulteriore incremento del 10%. Il corrispettivo per la raccolta degli imballaggi (raccolta selettiva) passa da 95,71 a 96,5 euro/tonnellata, con la maggiorazione di ulteriori di 2,5 euro/tonnellata nei casi in cui è vigente la raccolta di prossimità.

L’Accordo prevede una particolare attenzione e risorse per quei Comuni, soprattutto al Sud, che evidenziano le maggiori problematicità nella raccolta differenziata di carta e cartone, con quantità di raccolta sensibilmente inferiori alla media nazionale (48,9 kg/abitante nel 2012), e che potranno beneficiare delle risorse messe a disposizione dal Bando Comieco–Ancitel Energia Ambiente che per il 2013/2014 ha messo a disposizione 2 milioni di euro per circa 100 Comuni, concentrati soprattutto al Sud.

Con il rinnovo dell’accordo viene infine confermato l’impegno di Comieco a supportare i Comuni convenzionati con attività di comunicazione locale per migliorare il sistema e la qualità della raccolta. Nel 2013, il Consorzio ha coinvolto oltre 200 Comuni italiani con attività sul territorio per sensibilizzare i cittadini a una corretta raccolta differenziata di carta e cartone, di cui oltre la metà nelle Regioni del Sud.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here