XI seminario Valmet per l’Italia

«Innovazione tecnologica e soluzioni su misura per l’industria cartaria»

Questo è stato il tema del XI Seminario Valmet svoltosi a Loiano (Bologna) il 18 settembre scorso.
0
33

a cura di Paolo Carmenati

Gli interventi hanno illustrato quello che la Valmet offre per dare una nuova vita alle macchine da carta medio/piccole al fine di seguire, o meglio anticipare, il cambiamento del mercato e le nuove tecnologie.

Gli obiettivi sono di poter produrre con la macchina da carta una più ampia gamma di prodotti, aumentare la produttività e l’efficienza, ridurre le grammature, migliorare la qualità e le caratteristiche meccaniche, ottimizzare l’utilizzo delle materie prime, ridurre gli ausiliari chimici.

Finalità possibili con una riconversione o ricostruzione della macchina, con interventi mirati anche a non stravolgere il suo lay-out, per limitare le opere edili, che abbiano un rapido payback e si risparmi energia.

Le soluzioni innovative per la macchina da carta

  • OptiFlo, la cassa d’afflusso con controllo a diluizione che, oltre a migliorare: formazione, profilo, resistenze MD/CD, gestione bordi, dà la possibilità di ampliare la gamma di produzione con carte a doppio strato, con la facoltà di interporre una lama d’acqua tra i due strati con la tecnologia AQUA.
  • VacuBalance, un forming board con vuoto per il controllo della formazione, per aumentare il drenaggio iniziale, per attenuare le pulsazioni e per ridurre la miscelazione tra gli strati nel caso di doppio strato.
  • FormMaster, lo scuotitore inerziale auto bilanciato che si è rilevato efficace per migliorare la formazione anche su macchine con velocità più elevate.
  • OptiFormer hybrid, telino superiore, con un ridotto ingombro in altezza, per una maggiore disidratazione del foglio che è modulabile anche verso l’alto e in ingresso; questo per un drenaggio simmetrico su i due lati al fine di aumentare la qualità e l’uniformità della carta e migliorare l’accoppiamento per il doppio strato.
  • OptiDry Vertical, un essiccatore verticale ad aria calda (450 °C) valido per aumentare la capacità essiccante della macchina, senza allungare la seccheria, con un buon rendimento energetico.
  • Le size press tradizionali possono essere innovate con l’OptiSizer che utilizza la tecnica spray, senza contatto, per applicare l’amido a consistenza maggiore sui due lati e che assicura un’ottimale copertura ed equivalente penetrazione nel foglio.
  • OptiReel Classic, un arrotolatore idraulico completamente automatico con tensione di avvolgimento costante e un cambio rotolo con il minimo scarto, per avere bobine più grandi e compatte.

Le altre soluzioni innovative presentate:

  • i raffinatori OptiFiner Pro,
  • il sistema di pulizia tele OptiCleaner Pro,
  • l’i-Roll, che è uno strumento di misurazione, online, del profilo di pressione sul nip,
  • nuove soluzioni per il passaggio coda automatico alle presse e in seccheria,
  • l’OptiDry Profiling, un essiccatore ad aria che è anche un correttore di profilo,
  • i sistemi per il recupero calore dagli impianti di ventilazione,
  • le tenute flessibili per cilindri aspiranti, il porta lama Lite Compact e la lama multi-uso ValDual.
Valmet_OptiFormer_Hybrid_
OptiFormer hybrid, con telino superiore, e un ridotto ingombro in altezza, per una maggiore disidratazione del foglio che è modulabile anche verso l’alto e in ingresso.

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here