Tissue converting

La FV Line completa la gamma di macchine per il tissue converting

La FV Line, macchina a piega aspirata, completa la gamma di macchine per il tissue converting.

Per ampliare una gamma di macchine già di per sé ricca e innovativa, Omet ha deciso di lanciare sul mercato una nuova linea per tovaglioli a piega aspirata da affiancare alle macchine a piega meccanica, di cui è leader di mercato ormai da molti anni.

La linea, denominata FV Line, pur sfruttando una tecnologia conosciuta, offre prestazioni superiori per quanto riguarda la dotazione elettronica di bordo e la gestione del processo produttivo.

La macchina, infatti, che si sviluppa per 4,70 metri di altezza, ed è protetta da una cabina che ne aumenta la sicurezza e impedisce all’operatore di toccarne le parti pericolose, è interamente controllabile dal pannello operatore su cui è possibile settare la grandezza del tovagliolo da produrre, la velocità di produzione e il tipo di piega: 1/4, 1/8 o 1/8 sfalsata. Anche la manutenzione è semplice e implica un intervento diretto dell’operatore molto limitato.

La FV Line è una macchina modulare composta da gruppi combinati (goffratura, piega, stampa ecc.) che offre al cliente ampie possibilità di personalizzazione secondo le proprie esigenze o per gestire necessità diverse sorte nel tempo. La macchina si può configurare per processare in linea una bobina madre di carta di 1200 mm di larghezza o due bobine da 600 mm affiancate.

La prima FV Line, in debutto durante l’evento IT’s Tissue, è dotata di un servomotore per ogni cilindro di piega e di servomotori di comando delle valvole del vuoto. La macchina è completamente gearless. Il gruppo finale che avvia i tovaglioli alla macchina confezionatrice è configurato con ruote a stella che assicurano il perfetto impilamento del prodotto, anche alle alte velocità. L’impilatore posto sotto le ruote a stella include un sistema di smaltimento automatico degli scarti che evita che l’operatore possa intervenire sulla macchina in prima persona.

La FV Line nasce per soddisfare il mercato delle medie e grandi tirature di tovaglioli bianchi goffrati «a piega sfalsata», ovvero quei tovaglioli che si inseriscono nei dispenser da bar o delle catene di fast food e la cui piega facilita, assecondandolo, il gesto di prendere il tovagliolo. Questo tipo di tovagliolo è tipico del mercato americano ma il suo uso si sta diffondendo rapidamente anche in Europa. Su richiesta, la FV Line può essere abbinata a stazioni multiple di stampa.

La macchina può produrre tovaglioli nelle misure dal 20×20 cm al 30×30 cm ed essere accoppiata a macchine confezionatrici di varie tipologie. La velocità massima che la FV può raggiungere è di 300 metri il minuto per una produzione di 4/6000 tovaglioli il minuto. Nella macchina sono curati soprattutto gli aspetti relativi al cambio lavoro che deve essere veloce e facilmente eseguibile per garantire un’alta produttività e scarti ridotti. «Rispetto ai 50 minuti standard spesi per il cambio formato con le altre macchine, la FV Line esegue il cambio lavoro in 2 minuti!», afferma Roberto Perego, Responsabile Tecnico del settore Macchine per il Tissue di Omet. «La FV Line è stata disegnata e preparata nei minimi dettagli per essere pronta al debutto durante la settimana di IT’s Tissue. Il fatto di avere un nuovo capannone dedicato al tissue (dopo il trasferimento in Via Caduti a Fossoli), dotato di strumentazione all’avanguardia, ha reso il lavoro infinitamente più semplice», conclude Perego con orgoglio.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here