Per le aziende aderenti...

Con LegnOK di Conlegno la Due Diligence del Legno è più semplice

Tutti gli strumenti per conformarsi all'EUTR, riducendone l’impatto gestionale e moltiplicandone i benefici economici.

Facile, efficiente e riconosciuto: adottare il Sistema di Due Diligence LegnOK, messo a punto dal Comitato Tecnico LegnOK di Conlegno e approvato dalla Commissione Europea, è il modo più semplice per adeguarsi alle nuove normative comunitarie relative alla legalità del legno e prodotti da esso derivati, avendo la certezza di utilizzare un sistema ufficialmente riconosciuto e quindi completamente affidabile.

 

Guarda l’articolo dedicato all’EUTR su Industria della Carta di aprile!

Per garantire in modo effettivo gli obblighi il Regolamento Europeo ha previsto il riconoscimento di «Organismi di Controllo» che istituiscono e mantengono Sistemi di Due Diligence verificando l’uso corretto da parte degli Operatori che li adottano. Il 19 agosto 2013 Conlegno è stato riconosciuto dalla Commissione Europea come Organismo di Controllo (Monitoring Organisation) per l’Italia. Nella stessa occasione la Commissione Europea ha approvato anche il Sistema di Due Diligence LegnOK, elaborato dal Consorzio e già attivo per assistere i consorziati nell’adeguamento alle nuove normative, visti i numerosi dubbi e le difficoltà degli operatori per conformarsi a quanto previsto per essere in regola.

Il Sistema di Due Diligence LegnOK, descritto nel Regolamento LegnOK, è caratterizzato da quattro fasi: accesso alle informazioni, valutazione del rischio, mitigazione del rischio e tenuta dei registri. Se le prime tre riguardano in modo particolare gli «Operatori», l’ultima fase coinvolge anche i «Commercianti», che devono conservare per almeno cinque anni tutti i documenti che consentono la tracciabilità dei prodotti in legno e da esso derivati che vengono commercializzati.

Per ricorrere ai servizi contenuti nel Regolamento LegnOK si deve essere iscritti a Conlegno e aver aderito al Comitato Tecnico LegnOK, che sostiene, promuove e attua l’applicazione del Regolamento EUTR in Italia. Dopo l’adesione, l’azienda avrà accesso immediato sia al Regolamento LegnOK, sia alle «lettere fornitori + allegati» multilingue, attraverso cui richiedere le informazioni necessarie per poter qualificare i propri fornitori in conformità al Regolamento EUTR tramite una corretta valutazione della completezza dei dati contenuti. Oltre a questo, l’azienda potrà accedere al «Centro d’informazione sul legno», a oggi rappresentato dal WWF – Ufficio Italiano del Traffic Europe, in merito alla completezza delle informazioni da raccogliere sul prodotto e alla loro successiva valutazione, e potrà usufruire inoltre dell’assistenza continua da parte di un team di esperti qualificato.

I vantaggi del Sistema di Due Diligence LegnOK non finiscono qui: non solo è disponibile sul sito di Conlegno un’Area Riservata in cui si possono trovare informazioni aggiornate per una completa e attenta valutazione del rischio, ma verrà presto realizzata anche la Piattaforma LegnOK_Web, uno strumento polifunzionale su cui poter fare affidamento sia per tutte le attività di accesso alle informazioni e di valutazione/mitigazione del rischio, sia per tutti i dati relativi alla legislazione applicabile dei principali paesi extra UE.

A tutte le aziende che adottano il Regolamento LegnOK e richiedono di aderire a Conlegno come «Organismo di Controllo», viene concesso in uso il Marchio LegnOK, un vero e proprio strumento che attesta l’affidabilità dell’azienda e che potrà essere riportato in tutti i documenti di comunicazione o commerciali, ma non sui singoli prodotti. Registrato come Marchio Comunitario, viene rilasciato da Conlegno a seguito di verifica con esito di conformità al Regolamento LegnOK svolta presso l’azienda da Enti terzi di Certificazione indipendenti, accreditati da Conlegno.

Il Sistema di Due Diligence LegnOK è conforme alle disposizioni del Regolamento EUTR e rappresenta oggi un modello di Due Diligence tra i più affidabili e tecnicamente approfonditi in Italia, tra i primi due approvati dalla Commissione Europea, primo completamente italiano e per questo già utilizzato da numerose aziende.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here