Logistica e automazione

La logistica applicata ai prodotti di Industrie Celtex

Fabrizio Ventre, Supply Chain Manager di Industrie Celtex, ci svela i segreti del nuovo impianto di automazione logistica del gruppo che porterà a una produzione sempre più sostenibile. Celtex produce prodotti in tissue e nonwoven destinati alla pulizia professionale, al mondo dell’industria, dell’Ho.Re.Ca e alla collettività. 

Cosa spinge il management di una multinazionale a investire in sviluppo sostenibile in Italia, laddove si registra sempre più frequentemente la fuga di cervelli e capitale?

«In tutti gli investimenti è fondamentale che la proprietà condivida con i propri collaboratori obiettivi e metodologie. Andrea Bernacchi, Presidente e CEO di Industrie Celtex, crede fortemente nello sviluppo del capitale umano, nei processi produttivi sostenibili e nell’applicazione dei principi della Lean, la filosofia che mira a minimizzare gli sprechi fino ad annullarli. Investire in Italia è quindi una naturale conseguenza. Il miglioramento del servizio alla clientela, dell’efficienza produttiva e contestualmente la riduzione dell’impatto ambientale non possono prescindere da un progetto specifico di automazione logistica.»

In cosa consiste l’automazione in ambito produttivo e logistico?

«L’automazione logistica è una risultante dell’automazione produttiva: per creare la nuova piattaforma logistica è necessario imprimere la stessa tecnologia negli stabilimenti produttivi. Qualità, sicurezza e igiene sono i concetti cardine di ogni converting tissue e tessuto non tessuto. Il sistema di automazione permette di preservare intatta la qualità del prodotto finito dall’uscita del converting alla spedizione al cliente, senza alcuna movimentazione da parte dell’uomo.

«Il trasferimento da stabilimento produttivo a piattaforma logistica avviene tramite un sistema di carico automatico utilizzando l’energia solare dell’impianto fotovoltaico. Il tutto consente di ridurre le emissioni di CO2 grazie all’ottimizzazione del sistema e al risparmio energetico.»

Quali sono i benefici riscontrabili direttamente sul territorio?

«Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il processo di automazione contribuisce a ridurre sensibilmente la disoccupazione giovanile locale, poiché per gestire i nuovi impianti è necessario reclutare personale tecnico specializzato. Il sistema di navettaggio distribuito nelle 24 ore, anziché concentrato nelle 8 h lavorative, consente di ridurre il traffico locale e le emissioni di CO2 grazie ai trasferimenti più veloci.»

Quali sono stati i fattori determinanti di questo importante cambiamento?

«Per garantire un servizio distintivo alla clientela, è stato necessario ridisegnare e mappare i processi aziendali per aumentare l’efficienza del magazzino e renderlo reattivo alle richieste del mercato. Ogni navetta è caricata automaticamente in 90 secondi, aumentando il livello di sicurezza all’interno del magazzino. Siamo orgogliosi che Industrie Celtex sia stata la prima azienda italiana nel mondo del tissue ad adottare un sistema di carico automatico con mezzi di trasporto propri. E questo è solo l’inizio.»

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here